Print Friendly, PDF & Email

Secondo i dati della Camera di commercio cittadina, a Milano le imprese a settembre superano le 303 mila unità, rispetto alle 299 mila di un anno fa, con una crescita di +1,3%.

Tra i settori che godono di un ottimo stato di salute ci sono quelle relative al gioco legale. Slot e scommesse, oltre alle lotterie, avrebbero garanttito l’apertura di 33 imprese in più solo nell’ultimo anno nell’area compresa tra le province di Lodi, Milano e Monza e Brianza. A lodi l’incremento registrato sarebbe addirittura di oltre il 16%. Grazie a questi numeri tra i primi settori in crescita, tra quelli che superano le 50 imprese, ci sarebbero quindi le attività riguardanti le lotterie e le scommesse.

Dai che contrastano con quelli recentemente diffusi dalla Regione Lombardia , secondo cui tra il 2017 e il 2018 il numero delle slot è sceso del 17,9%, -9% le sale slot e -2% le sale Vlt.

Nessuna variazione, possiamo pensare, per quanto ricuarda i punti scommesse considerando che non ci sono stati nuovi bandi di gara per l’assegnazione delle concessioni di scommesse.

E quindi, la domanda è inevitabile, a cosa sarebbe dovuto questo incredibile risultato registrato dalla Camera di Commercio?

Dove sono state avviate le nuove imprese considerando che la legge regionale vietà l’apertura di nuove attività in prossimità dei luoghi sensibili? L’ennesimo enigma o solo un modo un pò semplicistico di ‘trattare’ i numeri.

Commenta su Facebook