Solo nell’anno 2020 l’incremento della tassazione sule videolotterie, come previsto dall’emendamento alla legge di Bilancio, garantirà 135,4 Mln di maggior gettito. E’ quanto certifica la Ragioneria dello Stato sulla misura che verrà votata in Commissione Bilancio e depositata nella serata di ieri dal Governo.

Sulla base degli ultimi dati in possesso dell’Agenzia, la raccolta per il 2019 è stimata in 24 Md€. ‘Per fronteggiare l’incremento del PREU il payout medio di mercato (ad oggi, pari all’86,7%) potrebbe ridursi di oltre un punto, fino all’85,5%. Tale riduzione, traducendosi in un aumento del prezzo del gioco, potrebbe comportare una riduzione della domanda che avrebbe effetto sulla raccolta del 2021 (considerati i tempi tecnici necessari per la ricertificazione dei sistemi di gioco). Inoltre, l’aumento del prelievo sulle vincite, previsto dal comma 3 della proposta emendativa, potrebbe anch’esso comportare una riduzione della domanda, sebbene in occasione del precedente incremento (D.L. n. 50/2017) tale effetto sulla Raccolta non si è prodotto. In via prudenziale, può stimarsi che l’effetto dei due interventi (aumento PREU ed incremento prelievo vincite) possa comportare un calo complessivo del 2% della Raccolta che, relativamente all’anno 2020 (in cui, per motivi tecnici, la riduzione del pay out potrà prodursi soltanto dopo la metà dell’anno), si stima pari all’1%.

Pertanto, per l’anno 2020 può assumersi a base delle stime una Raccolta rettificata pari a 23,76 Md€ e per gli anni 2021 e 2022 pari a 23,52 Md€.

Considerando che rispetto all’aliquota applicabile al 1 gennaio 2020 (7,93%) quella prevista dalla proposta emendativa in esame è aumentata di 0,57 punti percentuali (totale 8,50%), il maggior gettito stimato su base annua, per il 2020, è pari a 135,4 Mln€.

Per il 2021 e 2022, considerando che l’aliquota attualmente prevista con decorrenza 1 gennaio 2021 è pari all’8%, la presente proposta comporta un aumento di 0,60 punti percentuali da cui scaturisce un maggior introito stimato, per ciascuna di tali annualità di 141,1 Mln€.

L’emendamento del Governo che incrementa la tassazione sulle videolotterie.