862 milioni di euro nei prossimi tre anni. E’ quanto il Governo prevede di incassare grazie all’aumento della tassazione sulle vincite conseguite attraverso le videolotterie. E’ quanto certificato dalla Ragioneria dello Stato.

La tassa sulle vincite per le VLT, che è previsto venga aumentata grazie ad un emendamento alla manovra di bilancio, l’abbassamento della soglia da 500 euro a 200 euro ed il contemporaneo innalzamento dell’aliquota dal 12% al 20% consentono di aumentare il gettito, calcolato sulla base della raccolta VLT stimata per il 2019, rettificata come sopra: 23,76 Md€ per l’anno 2020 e 23,52 Md€ per ciascuno degli anni 2021 e 2022.

Le vincite da 200 euro a 500 euro rappresentano il 9% del totale delle vincite. Considerando in via prudenziale la raccolta stimata per l’anno 2020 e un pay out medio all’86,5% (come già detto, per motivi tecnici la riduzione del pay out si realizzerà gradualmente e dopo la metà dell’anno 2020), le vincite si stima che si attesteranno in misura pari 20,55 Md€. Dal 9% di tale ammontare (vincite tra 200 e 500 euro, oggi non tassate) scaturisce un importo di 1,85 Md€ che, con aliquota del 20%, da un prelievo stimato pari a 370 Ml€.

Considerato che l’incremento del prelievo sulle vincite scatterebbe dal 15 gennaio 2020, il maggior gettito sarebbe pari a 355,7 Ml€ (355,7=370/365*351)

Per gli anni 2021 e 2022, partendo da una raccolta di 23,52 Md€ ed un pay out dell’85,5%, scaturisce un maggior introito stimato di 362 Ml€. Inoltre, l’incremento di aliquota dal 12% (attualmente vigente) al 20% sulla parte delle vincite superiore a 500 euro produce un incremento di gettito pari a 76 Ml€ (nel 2018, con l’aliquota del 12% l’ammontare complessivo del prelievo sulle VLT è stato pari a 120 Ml€: aumentando l’aliquota dal 12% al 20%, si ottiene un maggior gettito di 80 Ml€ che, tenendo conto della riduzione della raccolta e del pay out come sopra indicati, viene ridotta del 5% per il 2020 (in cui sia la riduzione della raccolta sia quella del pay out sono di portata ridotta) e del 10% per gli anni 2021 e successivi: pertanto, il maggior gettito si stima pari a 76 Ml€ per il 2020 (rettificato in 73
Ml€ (73=76/365*351) perché la modifica interviene dal 15 gennaio 2020) e 72 Ml€ per il 2021 e seguenti.