slot
Print Friendly, PDF & Email

Riduzione degli orari delle sale da gioco e delle macchinette: il M5S di Trento riesce nei suoi intenti. A darne notizia il gruppo consigliare che spiega come “Ancora una volta in consiglio comunale abbiamo dimostrato di saper agire costruttivamente per raggiungere un risultato positivo per gli abitanti della nostra città accettando un compromesso ed evitando una brutta figura per molti”.

Ieri si è discussa la mozione del MoVimento 5 Stelle per regolamentare e ridurre gli orari delle sale gioco e delle macchinette. La giunta pur dichiarandosi d’accordo ha voluto prendere tempo e tentato di subordinarsi alle decisioni della Provincia. “Avevamo chiesto un atto di coraggio, un azione di forza che andasse oltre le regole provinciali”, ha affermato Andrea Maschio.

Maschio spiega che “supportati dall’ordinanza di Torino, dove i ricorsi sono stati rigettati per ben due volte, e davanti al dramma delle famiglie messe in ginocchio da questa dipendenza, davanti alla prospettiva evidenziata ieri di aspettare ulteriori dati che legittimassero un intervento comunale, consapevoli che con nuovi dati sarebbe una sconfitta essendo questa un attesa di nuovi casi disperati, volendo noi fare prevenzione e non intervenire a posteriori, ci siamo opposti ottenendo così di portare la mozione in commissione congiunta vigilanza e politiche sociali”.

La promessa fatta in aula dall’Assessore Stanchina è di portare in aula un’ordinanza elaborata dalle commissioni con il MoVimento 5 Stelle come primo firmatario entro l’anno. “Speriamo che si mantengano le promesse”, ha affermato Maschio.

Commenta su Facebook