slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Anche a livello locale è possibile intervenire per fronteggiare questa vera e propria piaga sociale, tutelando le persone più fragili. A Siracusa, ad esempio, accogliendo una mia proposta, sono stati introdotti nei nostri regolamenti cospicui sgravi tributari per gli esercenti che rinunciano a tenere le macchinette mangiasoldi nelle loro attività ma servono misure ancora più efficaci, come ad esempio il divieto di qualsiasi forma di pubblicità del gioco d’azzardo e fissando limiti di tempo, con fasce orarie giornaliere nelle quali sia proibito giocare”.

E’ quanto dichiarato da Salvo Sorbello (consigliere comunale a Siracusa e consigliere nazionale Anci).

Commenta su Facebook