La riunione con Regioni ed Enti locali sul Dpcm di dicembre che regolerà tutto il mese di dicembre e i primi giorni di gennaio 2021 è stata molto costruttiva e i contributi sono stati tutti molto puntuali.

Ci sono due punti fermi su cui si muoverà l’impianto del provvedimento che stiamo costruendo insieme e che domani presenteremo a Camera e Senato: la limitazione degli spostamenti tra le Regioni e la necessità di mantenere il limite alle ore 22 per la circolazione nelle città.

È dovere di tutti noi evitare la terza ondata, proteggendo i nostri i nostri cari, i più deboli e mettendo in sicurezza reti ospedaliere e operatori sanitari.
Sono parole di Francesco Boccia, ministro degli Affari Regionali, su nuovo Dpcm.