“Siamo il primo Municipio di Milano a sottoscrivere un protocollo di questo tipo, un primato che ci rende orgogliosi e che conferma la nostra attenzione alla promozione della salute, il nostro impegno sul tema delle dipendenze e la nostra capacità di fare rete e stimolare la collaborazione fra realtà di base e istituzioni”. Lo afferma il Presidente del Municipio 4 Paolo Guido Bassi, che ieri mattina ha firmato insieme al direttore generale di ATS Città Metropolitana Walter Bergamaschi l’accordo operativo per la prevenzione e contrasto del gioco d’azzardo patologico al quale hanno aderito anche: Associazione Culturale Plurima, Casa per la Pace Milano, La Strada, Progetto Periferie e Parrocchie San Michele e Santa Rita, Asso Corvetto, Associazione Comunità Il Gabbiano.

Il testo siglato, spiega Bassi insieme al suo Assessore alle politiche Sociali Marco Rondini, “è l’esito di un percorso e di un confronto con il territorio durato circa 2 anni che ha coinvolto numerosi attori impegnati nel sociale nei nostri quartieri. L’obiettivo – illustrano – è implementare le attività di prevenzione, perché se è vero che il fenomeno non conosce barriere sociali è altrettanto vero che a patire maggiormente la situazione di forte disagio sono le persone in condizione di fragilità, in particolare di chi versa in stato di indigenza economica, sicuramente aggravata dalle misure di contenimento della pandemia che hanno determinando quale effetto collaterale una ulteriore contrazione del reddito soprattutto dei lavoratori precari. Una situazione diffusa in particolare fra la popolazione che è ospitata nelle case popolari di Edilizia Residenziale Pubblica, presente nei diversi quartieri periferici del territorio del Municipio”.

“Anche in questo caso – concludono Bassi e Rondini – così come successo per Rogoredo, confidiamo che un approccio di questo tipo possa diventare un modello ed essere replicato in altre realtà”.