Se i contagi calano le Regioni dal 18 maggio potranno aprire le diverse attività economiche.

Aperture regionalizzate sì, ma nella massima prudenza. Se si parte senza regole e senza protocolli Inail chi si assumerà la responsabilità di tutelare la salute dei lavoratori e dei clienti? Il ministro Francesco boccia in una intervista al Corriere.

 

Quando riapriranno i bar e i ristoranti? «Stiamo definendo le linee nazionali di sicurezza, che riguardano i lavoratori e i clienti. Arriveranno appena avremo anche i dati dei contagi dopo le prime riaperture. Se l`epidemia continuerà a calare il governo conferma che le Regioni dal 18 maggio potranno aprire le attività economiche sulla base della situazione dei loro territori». Per parrucchieri e centri estetici il calendario sarà lo stesso? «Certo. Attendere le linee guida vuol dire mettere lavoratori e clienti nelle condizioni di sicurezza. Ho avuto un lungo e cordiale colloquio con il presidente della Lombardia Attilio Fontana e ci siamo trovati d`accordo sull`esigenza di esercitare il massimo della prudenza in questa fase delicatissima».