02/03/2013 Roma, inaugurazione del Dubai Palace. Nella foto giocatori alle slot machine video poker
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Prosegue a Bari l’iter per l’approvazione del regolamento comunale sulla gestione delle sale scommesse e slot. Questa mattina è stata la volta di Pino Salamon, presidente Adoc Puglia, il quale ha fatto il punto sulla situazione in città dinanzi alla Commissione Attività Produttive.

“Le nuove norme presentate dai consiglieri Giuseppe Carrieri, Pasquale Finocchio, Filippo Melchiorre, Michele Picaro e Fabio Romito, prevedono, tra i vari punti, la distanza delle sale da scuole e altri luoghi sensibili, l’impossibilità di fornire suoli o strutture comunali per aprire attività di questo tipo e accorgimenti per ridurre il fenomeno del gioco patologico, estremamente diffuso in città con una spesa pro capite dei baresi oltre i 1.000 euro annui.

Anziani e ragazzini – prosegue Salamon – sono i più esposti al problema. Molti pensionati giocano al Gratta e Vinci e arrivano spesso a spendere cifre importanti illudendosi che un tagliando possa risolvere la nostra vita. Nessuno ti dà niente per niente. L’obiettivo è quello di effettuare campagne informative nei centri anziani e nelle scuole per arginare la ‘febbre del gioco'”.

Il nuovo regolamento comunale sarà licenziato, nei prossimi giorni, dalla Commissione Attività Produttive, per poi essere collocato, dalla conferenza dei capigruppo, all’ordine del giorno del Consiglio comunale dove potrebbe essere discusso a fine luglio.

Commenta su Facebook