I VeloX 6Max, specialità del texas hold’em esclusiva di People’s Poker, continuano a distribuire premi e vincite con moltiplicatori a 4 cifre. Lo scorso venerdì, infatti, i sit’n’go a montepremi variabile con sei concorrenti al tavolo hanno regalato 5.000 euro ai sei concorrenti che avevano preso parte alla competizione.

Come prassi per le partite più remunerative, un premio è stato garantito a tutti i partecipanti: 400 sono andati ai classificati dalla sesta alla terza posizione, 900 al runner up e, infine, 2.500 euro l’accredito al vincitore. Per assicurarsi un seat al tavolo, ciascuno dei sei concorrenti aveva versato un buy-in da 2 euro e 50 centesimi.

In gara cinque maschi ed una sola donna. Decisamente più equilibrata, invece, la distribuzione geografica con il vincitore di Napoli, l’argento di Cesena, ed il gruppo di coda distribuito tra Puglia, Veneto e Umbria. Altro dettaglio interessante i dispositivi utilizzati per giocare: 5 i player che hanno affrontato la sfida da postazioni desktop ed uno solo, il vincitore però, da mobile.

Meno di 20 minuti la durata complessiva del torneo, con 57 mani giocate. Al sesto colpo, la prima eliminazione: decide una scala massima che supera una media. Dopo altre 8 mani, il futuro vincitore elimina un avversario grazie ad una doppia più alta del suo oppo che, da corto, aveva mandato resti preflop. Si resta in 3 alla mano numero 21, ed inizia una lunga fase di studio che durerà fino al colpo 51 quando la quarta eliminazione da via all’heads-up conclusivo.

Sei colpi testa a testa per stabilire la divisione dei 3.400 euro rimasti sul piatto, con blinds a quota 50/100. Si gioca in maniera molto guardinga finché si materializza un AK suited per il quale AND240177 mette tutte le sue 1.340 chips nel piatto, con KQ off copre alessandro04 che di gettoni ne aveva 1.660, board bianco e ultima mano che inizia con una ragguardevole differenza di stack, 2.680 a 320. Il colpo finale non regala sorprese e si conclude l’assegnazione dei sei premi con nessuno sconfitto e sei vincitori. Una partita da 20 minuti che tutti vorrebbero vivere.

 

Commenta su Facebook