Nessuna limitazione agli spostamenti per partecipare alla manifestazione prevista per il 18 marzo prossimo a Torino. Manifestazione organizzata dai lavoratori del gioco legale.

A confermarlo è una circolare del Ministero degli Interni con la quale si forniscono alcune indicazioni in merito alle misure di contenimento e contrasto della diffusione del contagio da Covid 19 contenute nel decreto del Presidente del consiglio dei ministri del 2 marzo 2021.

Questa circolare precisa che questo ultimo dpcm – che ha sostituito quello del 14 gennaio 2021 – trova applicazione dal 6 marzo 2021 e fino al 6 aprile 2021.
L’impianto del nuovo provvedimento conferma in larga parte le misure attualmente in vigore.

La circolare richiama l’esigenza che i prefetti adottino ogni iniziativa necessaria per una più efficace attività di controllo.

Per partecipare a una manifestazione ci si può spostare dalle regioni bianche, gialle, arancioni o rosse e raggiungere il concentramento. Una protesta nazionale, dunque, è un motivo valido per sconfinare nonostante i limiti imposti dal Dpcm anti Covid del 2 marzo scorso.

Questo il testo della circolare : “Quanto alle manifestazioni pubbliche, si ritiene di puntualizzare che qualora lo svolgimento di tali manifestazioni preveda la concentrazione dei partecipanti in un’unica sede; come,adesempio,per le manifestazioni a carattere nazionale di solito indette nella Capitale, è consentito anche lo spostamento da e verso zone con più elevato livello di rischio, fermo restando il ricorso all’autodichiarazione“.

La manifestazione si terrà il 18 marzo prossimo presso la centralissima Piazza Castello dalle ore 9.30 alle 12.30