“Le misure allo studio del Governo per contrastare l’aumento dei contagi siano ponderate tenendo conto dell’impatto rilevante che ulteriori restrizioni possono avere sul mondo del lavoro. E’ indispensabile che i provvedimenti volti a combattere l’emergenza pandemica siano accompagnati da un nuovo e corposo piano di aiuti per dare ossigeno a imprese e lavoratori in grave difficoltà. Allo stesso tempo è prioritaria una riforma del welfare che sia fondata su una reale sinergia fra Inps e Anpal al fine di bilanciare l’erogazione degli ammortizzatori sociali con politiche attive del lavoro efficaci e programmi di formazione adeguati. Le numerose vertenze in atto come Alitalia richiedono azioni urgenti orientate a dare prospettive nel medio e lungo periodo. La crisi economica e sociale che il Paese sta attraversando impone, peraltro, di tutelare il lavoro regolare contrastando il sommerso e l’illegalità. In tal senso auspico che l’Esecutivo affronti la minaccia derivante dall’aumento esponenziale delle scommesse clandestine sostenendo la filiera del gioco legale fortemente penalizzata dalla chiusura dei punti-giochi, con migliaia di dipendenti a rischio licenziamento. L’UGL è disponibile ad un confronto costruttivo sulle misure necessarie a rilanciare la crescita e l’occupazione”. Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito alla riforma del welfare.