“I tabaccai di Cairo Montenotte e Ventimiglia possono festeggiare! La Federazione Italiana Tabaccai e il Sindacato Totoricevitori Sportivi, infatti, hanno vinto due ricorsi al Consiglio di Stato contro le ordinanze dei due comuni liguri che avevano disciplinato gli orari di accensione e funzionamento degli apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro, ossia le AWP”. E’ quanto si legge in una nota della FIT.

“La disputa è partita nel 2018, quando il Comune di Ventimiglia aveva emanato un’ordinanza (ord. 220 del 12 novembre 2018) che, dati alla mano, consentiva il gioco alle AWP solamente dalle 19:00 alle 7:00 del mattino, tutti i giorni, festivi compresi. In pratica, solamente nelle ore notturne. A distanza di sei mesi circa – prosegue la nota -, un’ordinanza del tutto simile era stata emanata anche dal Comune di Cairo Montenotte (ord. 5 del 2 aprile 2019). In entrambi i casi, il provvedimento del Sindaco di fatto estrometteva dal gioco tutti quegli esercizi, in primis le tabaccherie, che al contrario sono aperte principalmente durante l’orario diurno. Di contro, non veniva intaccata in alcun modo l’attività degli esercizi che già abitualmente operano la notte – sale giochi e sale scommesse, ad esempio. Una scelta a dir poco illogica, considerato che già anche solo il buonsenso dovrebbe suggerire che sono proprio gli orari notturni quelli più pericolosi per l’insorgenza della ludopatia. Da qui la scelta del Sindacato Totoricevitori Sportivi, per il tramite della Federazione Italiana Tabaccai, di impugnare entrambe le ordinanze al competente Tribunale Amministrativo Regionale della Liguria.

I due ricorsi però e con estrema sorpresa, si erano rivelati un buco nell’acqua: il Giudice di primo grado, infatti, non aveva riconosciuto la validità delle argomentazioni presentate, se non nella parte sanzionatoria. Ma di fatto, la parte più importante dell’ordinanza, ossia l’individuazione della fascia di interdizione, era rimasta in piedi. Ma FIT e STS non si sono dati per vinti e, visto il pregiudizio enorme patito dalle tabaccherie, hanno presentato appello al Consiglio di Stato che, il 4 marzo scorso, ha ribaltato la decisione del TAR su Cairo Montenotte e appena due giorni dopo, ossia il 6 marzo, anche quella su Ventimiglia. In sintesi – evidenzia la nota -, le due ordinanze sono state annullate; ad oggi, dunque, gli apparecchi AWP possono essere tenuti accesi senza alcuna limitazione oraria, durante tutto l’orario di apertura dell’esercizio. La soddisfazione di FIT e STS per questa vittoria è grandissima: niente più disparità di trattamento tra tabaccherie ricevitorie e sale giochi per l’offerta di gioco tramite AWP. Ma a festeggiare non devono essere solo i colleghi di Ventimiglia e Cairo Montenotte: la vittoria appartiene all’intera categoria. E non a caso, dà nuovo impulso all’impegno che, più generale, viene speso quotidianamente in tutte le attività per tutelare i tabaccai ricevitori di tutta Italia. Avanti così!”, conclude la nota.