Il Direttivo dell’associazione E.M.I. Rebus, riunitosi in seduta straordinaria, tenuto conto delle drastiche, incoerenti e schizzofreniche misure adoperate dal Governo in danno di piccole e medie imprese del comparto giochi, esprime solidarietà alla Sapar, chiede nel contempo a tutti i propri associati la massima adesione alla manifestazione del 17 dicembre 2019 che si terrà a Roma.

“E’ necessario – afferma Antonia Campanella, president dell’associazione Emi Rebus – che tutte le associazioni, senza distinzione alcuna, siano unite e facciano fronte comune senza compiere alcun passo indietro. Le politiche poste in essere nell’ultimo anno, stanno di fatto progressivamente uccidendo il gioco lecito in Italia consegnando per l’effetto il mercato alla criminalità organizzata, mettendo così consapevolmente in crisi il sistema sano delle imprese del comparto.

Tutto questo è inaccettabile in uno Stato di diritto. La manifestazione in piazza rappresenta l’unico strumento di democrazia per antonomasia, non sono più tollerabili quelle risposte improntate ad una vana e artificiosa ricerca dell’effetto con manifestazioni di ostentata adesione ai più banali luoghi comuni. Si ponga per cortesia fine a questa banale retorica!”.