La quinta Commissione “Servizi sociali” del Consiglio Regionale della Valle d’Aosta, riunita oggi mercoledì 26 giugno 2019, ha espresso parere favorevole all’unanimità sulla proposta di legge che modifica le disposizioni in materia di prevenzione, contrasto e trattamento della dipendenza da gioco d’azzardo (legge regionale n. 14/2015). Il gruppo Lega VdA non ha partecipato al voto.

Il provvedimento, composto di tre articoli e sottoscritto da tutti i Commissari – Luca Bianchi (UV), Patrizia Morelli (AV), Paolo Sammaritani e Andrea Manfrin (Lega VdA), Alessandro Nogara (AV), Flavio Peinetti (UV), Maria Luisa Russo (M5S) -, chiarisce l’ambito di applicazione dei divieti previsti per gli esercizi pubblici e commerciali, quali bar e tabacchini.

«Esprimo soddisfazione per l’approvazione di questa proposta che è frutto del lavoro collegiale della Commissione – commenta il Presidente della quinta Commissione e relatore, Luca Bianchi – e che chiarirà il dubbio interpretativo insorto, in sede di applicazione, che sembrava precludere l’apertura e il mantenimento, qualora questi esercizi si trovino a distanze dai luoghi sensibili inferiori alle disposizioni previste dalla legge del 2015, anche per le tipologie di gioco lecito in concessione statale, quali per esempio il gratta e vinci, il lotto, il superenalotto e il totocalcio.»

«Non appena vi sarà il parere del Consiglio permanente degli Enti locali – conclude il Presidente Bianchi – la volontà di tutti i Commissari è quella di iscrivere la proposta al primo Consiglio utile al fine di risolvere al più presto le problematiche emerse.»

Il provvedimento legislativo ha avuto anche il parere favorevole all’unanimità della seconda Commissione “Affari generali” (Lega VdA e Mouv’ non hanno partecipato al voto) riunita lunedì 24 giugno scorso.