Spelinspektionen, autorità svedese che regolamenta il mercato del gioco d’azzardo, afferma che non c’è modo di impedire ai giocatori di superare il limite di spesa impost il 2 luglio scorso nel caso in cui vengano utilizzati  account con diversi operatori.

 La Spelinspektionen ha affermato di non avere modo di applicare i nuovi limiti di spesa, perdite e tempi di sessione di giochi nei casinò online tra più operatori. 

Ha ammesso che i limiti possono essere applicati solo ai singoli licenziatari, così che i giocatori che detengono account con più di un licenziatario possono facilmente spendere più del nuovo limite imposto,  di 5.000 SEK (484 €) la settimana, distribuendo le giocate tra i prodotti di diversi operatori.

La Svezia ha introdotto il limite, insieme ai limiti di tempo per le sessioni di gioco, il 2 luglio scorso.

La Commissione svedese Jämlikhetskommissionen ha spiegato che per rendere applicabili i nuovi limiti è necessario un registro centrale attraverso il quale sia gli operatori che il regolatore possono vedere quanto un giocatore ha depositato su tutti i conti di gioco.

Tuttavia, Spelinspektionen ha avvertito che la misura combinerebbe una grande quantità di dati personali sensibili di giocatori e informazioni aziendali riservate dei licenziatari.

L’autorità sostiene che la sorveglianza dell’attività online dei giocatori potrebbe anche essere vista come contraria alla libertà su Internet e dovrebbe essere valutata per capire se contrasta con la Convenzione europea sulla protezione dei diritti umani.