Il ministro del Consumo spagnolo, Alberto Garzón, ha confermato giovedì che il Consiglio dei Ministri approverà ad ottobre la legge che regolerà la pubblicità delle case di scommesse e del gioco d’azzardo online e ha garantito la volontà dell’esecutivo di accelerarne l’elaborazione a causa dell’aumento del consumo di gioco d’azzardo rilevato durante il lockdown.

“Siamo determinati e garantiremo che in questa situazione pandemica ci saranno cambiamenti sostanziali, infatti il ​​contesto ci incoraggia a farlo più rapidamente”, ha detto Garzón in un’intervista a Radiocable raccolta da Europa Press quando gli è stato chiesto se la crisi sanitaria può ritardare i piani del ministero su questo argomento.

Secondo Garzón, durante lo stato di allarme si è registrato un aumento del consumo di questo tipo di giochi che ha colpito “soprattutto i quartieri più poveri in cui è più facile ricevere il messaggio che se la situazione economica è brutta, è possibile che in un giorno tutto possa essere risolto”. Per questo motivo, il responsabile dei consumi ha giustificato la necessità di dare attuazione alla nuova normativa nonostante ci sia “molta opposizione da parte di persone molto potenti”.

Garzón ha assicurato che il nuovo regolamento del gioco porterà “un enorme, gigantesco balzo” impedendo la pubblicità dei bookmaker in orari diversi “dall’1 alle 5 del mattino in alcuni supporti e persino nelle sponsorizzazioni delle maglie dei calciatori, che sono un riferimento per i giovani e che possono portare a consumi compulsivi”.