Si parla di parchi, di serrande alzate nei centri commerciali anche nel fine settimana, di via libera alle cerimonie e impianti sportivi attivi a partire dagli stadi, ma non di sale giochi e scommesse nella mozione presentata al Senato da Lega, Forza Italia, Udc, NcI e Cambiamo. L’intento, in ogni caso, sembra essere quello di ottenere una riapertura generalizzata di tutte le attività ancora chiuse.

QUI IL TESTO INTEGRALE DELLA MOZIONE

“Auspichiamo che la cabina di regia che dovrà decidere delle prossime riaperture venga convocata entro la settimana. L’Italia deve ripartire e deve farlo adesso, senza perdere un solo giorno. Ci sono migliaia di attività commerciali e imprenditoriali ferme da un anno che ancora non sanno se e quando potranno ripartire. Ogni giorno di rinvio significa un giorno in meno di lavoro, di guadagno, di sopravvivenza. Penso ai centri commerciali, di cui oggi abbiamo incontrato la rappresentanza del Consiglio Nazionale della categoria, che hanno giustamente protestato per le chiusure dei weekend senza certezza sulla riapertura e che dovranno ripartire quanto prima garantendo il rispetto delle norme e dei protocolli di sicurezza. Penso ai parchi divertimento le cui attività si svolgono prevalentemente all’aperto e che già da metà maggio sarebbero in grado di ripartire. E infine al settore del wedding, che da solo rappresenta il 2,5% del Pil nazionale e che conta circa 560 mila lavoratori fermi dall’inizio della pandemia. Sarebbe per loro un ulteriore danno non autorizzare la ripartenza delle attività sin da maggio o almeno dai primi di giugno che, tra l’altro, sono i mesi per eccellenza dei matrimoni e delle cerimonie. Forza Italia è certa che il governo non abbandonerà queste categorie e consentirà anche a loro di ricominciare a vivere e a lavorare. Serve una ripartenza che sia per tutti graduale e razionale, ma immediata. Per questo è quanto mai urgente la convocazione della cabina di regia in modo da garantire ulteriori ripartenze già dalla prossima settimana”. Lo dichiara la senatrice Alessandra Gallone, vicepresidente dei senatori di Forza Italia.

“Abbiamo presentato al Senato una mozione insieme alla Lega per riaprire quante più attività possibili il prima possibile, e di allentare il coprifuoco in linea con l’evoluzione della pandemia. Sono mesi che Forza Italia insiste per la riapertura dei centri commerciali nei week-end, e i dati di oggi confermano che non si può indugiare oltre: 40 miliardi di perdite in un anno sono un salasso paragonabile a una maximanovra economica, con perdite devastanti anche per le casse dell’erario. Non si tratta di piantare bandierine, ma di dare risposte a un settore che vale l’otto per cento del pil nazionale. Siamo entrati al governo in nome della responsabilità, ma anche del buonsenso”. Così conferma la senatrice Anna Maria Bernini, una delle firmatarie della mozione.

Nella mozione, come detto, non vi è un diretto riferimento alle migliaia di attività di gioco e scommesse. Va detto però che si fa riferimento genericamente ad una “anticipazione delle riaperture e della ripresa delle attività previste per i mesi di giugno e luglio”.