La seduta del Consiglio Regionale del Piemonte è stata sospesa dopo un acceso scambio di battute tra l’assessore Tronzano e il consigliere Grimaldi (Luv) sul ddl in materia di gioco d’azzardo. La scintilla è scattata sull’interpretazione del regolamento d’aula, che per il presidente Allasia non contempla dichiarazioni di voto sulle questioni pregiudiziali, che invece dovrebbero esserci per le minoranze, che hanno invocato una riunione della Giunta per il regolamento e una riunione dei capigruppo con la presenza di esponenti della Giunta, per ora senza ottenerle. «Ulteriori atteggiamenti irrispettosi verso l’Aula – ha detto il presidente del Consiglio Allasia alla ripresa dei lavori – non saranno più tollerati, saranno presi provvedimenti disciplinari».