Uno dei piani compresi nel programma d’azione del Ministero delel Finanze per il periodo 2020-2022, nell’ambito della Prevenzione e repressione delle frodi e delle violazioni agli obblighi fiscali, prevede controlli anche su imprese di giochi e scommesse.

Alla Guardia di Finanza sono affidati 49 piani operativi di: 1 prevenire e reprimere l’evasione, l’elusione e le frodi fiscali in tutte le diverse manifestazioni 2 prevenire e contrastare, a tutela del bilancio UE, dello Stato, delle regioni e degli enti locali, gli illeciti che danneggiano le finanze pubbliche, comportando sprechi,cattive gestioni e indebiti arricchimenti commessi tanto dai percettori quanto da enti gestori/erogatori 3 prevenire e contrastare la criminalità economico-finanziaria di ogni genere 4 attuare le disposizioni normative in tema di anticorruzione e trasparenza contenute nel piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza.

In totale di parla di 30.000 controlli l’anno.

Per il contenzioso fiscale relativo a materie attinenti il settore dei giochi e delle scommesse il Mef ha stanziato 260.500.000 euro per il 2020, 260.000.000 per il 2021 e 269.000.000 per il 2022.