Inaugurata questa mattina Cavalli a Roma con un’edizione completamente rinnovata e organizzata per la prima volta da Veronafiere. Quattro giornate con un calendario di eventi in grado di riunire tutti i diversi ambiti legati al mondo del cavallo, con iniziative pensate per un pubblico di appassionati, sportivi, allevatori, equituristi e addetti ai lavori. E al primo posto, sempre l’attenzione al benessere animale.

Cavalli a Roma apre la stagione delle competizioni equestri. Il Padiglione 3 ospita il campo di gara per il Concorso nazionale A6*: una competizione di salto ad ostacoli con un montepremi da 50mila euro valevole per la qualificazione alle fasi finali di Verona del 122×122 Gran Premio Fieracavalli. Il programma tecnico è ricco di attrattive: una staffetta in maschera, la 6 barriere riservata ai cavalieri con il 2° grado che è tra quelle qualificanti per la stessa categoria inserita nell’88° CSIO Roma – Piazza di Siena ed un Gran Premio categoria a due manche 145/150 che assegnerà al vincitore ben 18mila euro del complessivo montepremi di 50mila. Il Padiglione 6 sarà teatro delle competizioni western di Barrel Racing, Pole Bending e Gimkana Western promosse dalla Federazione Italiana Turismo Equestre Trec- Ante. Gli appassionati di monta americana potranno assistere alle gare di Monta da lavoro gimkana e Gimkana Western, oltre che alle competizioni di Barrel Racing e Pole Bending nell’ambito della prima Coppa Cavalli a Roma.

Progetti educativi, laboratori didattici, spettacoli e attività ludiche a stretto contatto con gli animali. Sono moltissime le proposte per avvicinare i più piccoli al mondo equestre. L’asineria Asini di Reggio Emilia organizza numerose attività in compagnia dell’asino al Padiglione 8. CoccolAsino consiste in un percorso tattile per imparare a relazionarsi con l’asino attraverso una serie di esercizi corporei, con tanto di attestato di partecipazione finale. Si può ottenere anche il diploma di Piccolo Asinaro dopo una mini-lezione etologica e prove pratiche di misurazione del corpo, temperatura e battito cardiaco dell’asino. Infine, con Asinobus un’allegra carovana di bambini passeggerà dentro e fuori i recinti della fiera in groppa a docili asinelli. Al Padiglione 4 Pony city, progetto in collaborazione con Fise Lazio, ricrea un maneggio in miniatura per pony, dando la possibilità anche ai più piccoli di vivere numerose esperienze legate alla cura del cavallo. Non mancano le occasioni per avvicinarsi agli sport equestri con uno speciale percorso ad ostacoli in scala ridotta da fare a piedi e un campo di pony games. Al Giardino di Filly, sempre nel Padiglione 4, grazie all’allestimento di una vera e propria fattoria didattica, bambini e adulti hanno la possibilità di conoscere ed entrare in contatto diretto con diverse specie animali. Con l’aiuto di personale specializzato, i giovanissimi possono imparare a coltivare l’orto e a prendersi cura degli animali della fattoria: attività coinvolgenti che hanno lo scopo di educare concretamente al rispetto della natura.

Il Carnevale Romano, uno degli eventi storici più significativi del folklore italiano, rivive a Cavalli a Roma grazie ad un accordo con l’Associazione culturale Carnevale Romano-Accademia del Teatro Equestre. Lo scopo è quello di dare valore al patrimonio tradizionale e valorizzare la cultura popolare italiana. Data la coincidenza della manifestazione con il periodo carnevalesco, il Padiglione 7 di Cavalli a Roma ospita le performance equestri di questo evento tra i più significativi ed emblematici della tradizione romana, con interventi narrativi e spettacolari ispirati alla storia e alla cultura equestre della città e soprattutto con i tanto attesi spettacoli con gli storici protagonisti della kermesse romana: i migliori artisti nazionali, le rappresentanze buttere e della grande storia della cavalleria militare italiana. Sempre nel padiglione 7, dal 13 al 16 febbraio, appuntamento serale con Cavalli in arena casting: una competizione che dà la possibilità a cavalieri non professionisti di mettersi in gioco, dimostrando le proprie abilità coreografiche in sella.