Print Friendly, PDF & Email

Si parla di gaming a 360° oggi a Malta dove nella mattinata si è aperta la prima sessione di lavori della 12esima conferenza della associazione europea studi sul gambling. Ad aprire i lavori , dopo il saluto del presidente dell’associazione, Graham White, è stato Heathcliff Farrugia, CEO Malta Gaming Authority. Farrugia ha sottolineato come sia importante per i regolatori il fatto di ricorrere alla tecnologia, mentre al tempo stesso è quanto mai necessario  mettere il giocatore al centro di ogni politica di gioco.Il gaming, come ha ricordato il ministro maltere Silvio Schembri, è infatti uno dei punti cardine dell’economia dell’isola, insieme al turismo, alla finanza e all’industria di servizi,. I lavori proseguono nella mattina a con una sessione moderata dal presidente Graham Whit dedicata all’aggiornamento sulle novità in fatto di industria di settore e regolazione. Al tavolo dei relatori Jason Frost, Presidente of Euromat e Per Jaldung, presidente della European Casino Association. Staregia del gioco responsabile e politiche invece sono gli argomenti di cui tratteranno Gerhard Bühringer, Technische Universität Dresden, Marc N. Potenza, Yale University, School of Medicine, Julio Ángel Brizuela e Propuesta Cia-Brizuela, APAL Section of Pathological Gambling and Behavioural Addictions-Conjugar Center, Argentina, Roland Louski, Loterie Nationale del Belgio e Tim Livesley, Responsible Gambling Strategy Board del Regno Unito.

Di costi socio economici parleranno Anne Salonen, National Institute for Health and Welfare, Finlandia, l’italiano Fabio Lucchini, Italian Federation of Workers of the Addiction Departments and Services, César A. Sanchez Bello, Seccion Juego Patologico (APAL), Venezuela, Susanna Raisamo, National Institute for Health and Welfare, Finlandia e William Thompson, University Nevada, USA. Nel pomeriggio la sessione dedicata alle regolamentazioni sul gioco d’azzardo vedrà la partecipazione di Emmanuele Cangianelli, MAG, Italia, Olga Finkel, WH Partners, Malta, Carlos Siu Lam, Macao Polytechnic Institute, Cina e Toine Spapens, Tilburg University, Olanda.

Commenta su Facebook