Aumenti per il personale scolastico per un importo totale di 474 milioni di euro a partire dal 2020. E’ quanto provede un emendamento al testo della legge di Bilancio presentato dalla senatrice grillina Elisa Pirro.

Il fondo in questione verrebbe finanziato attraverso l’incremento del Prelievo Erariale Unico sulla raccolta delle videolotterie. Il PREU risulterebbe quindi fissato all’ 11,3 % a partire dal 20 febbraio 2020 e all’11,9% a partire dal 1 gennaio 2021. Consguentemente la percentuale di restituzione in vincite, ovvero il pay out, passerebbe al 79%, mentre le operazioni tecniche di adeguamentio del sistema dovranno essere completate entro 18 mesi dalla entrata in vigore della legge di Bilancio.

La stessa parlamentare ha presentato un sub-emendamento al maxi-emendamento del Governo con il quale vengono inserite misure volte alla detassazione degli ncrementi retributivi.

I fondi necessari verrebbero reperiti mediante indentica tassazione delle videolottrie, o, in alternativa, attraverso l’incremento della tassa sulla vincite fino a 500 euro. Nello specifico si propone una tassazione del 7,5% dal 1 maggio 2020 e del 5% dal 1 gennaio 2021.

La senatrice Pirro propone anche una tassazione del 15% sulla parte eccedente i 25 euro delle vincite al Winforlife e Gratta e Vinci, oltre al SivincetuttoSuperenalotto, come finanziamento per un’altra proposta di detassazione incremento retributivo dei Contratti nazionali.