Nel 2020 in merito all’evasione fiscale e contributiva l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha controllato 10.458 esercizi nel settore giochi, con un’imposta accertata di 87,78 milioni di euro.

Per quanto riguarda il settore dei giochi, l’attività di ADM è stata finalizzata all’individuazione di tutte le forme di irregolarità nell’ambito dell’offerta di gioco autorizzato e allo svolgimento di un efficace contrasto al gioco illegale attraverso l’effettuazione di verifiche capillari sul territorio e l’irrogazione di sanzioni. Nel 2020 sono stati controllati 10.458 esercizi e sono stati inibiti 297 siti web privi delle autorizzazioni previste.

L’azione del Corpo della Guardia di Finanza si è sviluppata invece nel quadro di “piani operativi” orientati sui contribuenti connotati da un maggior indice di pericolosità e/o sui fenomeni evasivi più gravi, diffusi e pericolosi, quali le frodi all’IVA intracomunitaria, le indebite compensazioni, il sommerso di azienda e di lavoro, l’evasione fiscale internazionale, le frodi nel settore delle accise e delle altre imposte indirette sulla produzione e sui consumi, i giochi e le scommesse illegali, il contrabbando, anche di tabacchi lavorati esteri, e gli altri illeciti doganali. (…) L’Atto d’indirizzo per il triennio 2021-2023 prevede, inoltre, che la Guardia di Finanza orienti la propria azione al contrasto dei fenomeni illeciti più gravi, pericolosi e diffusi sul territorio nazionale (…). Proseguirà l’azione di contrasto al contrabbando, anche di tabacchi lavorati esteri, e alle frodi nel settore doganale e in materia di accise, nonché agli illeciti in materia di giochi e scommesse, sia rafforzando le sinergie in atto con l’Agenzia delle dogane e dei monopoli sia ampliando e valorizzando il patrimonio informativo a disposizione con il complesso dei dati presenti in ambito doganale.

L’obiettivo di “riduzione del tax gap sarà perseguito innanzi tutto assicurando l’attuazione delle disposizioni di contrasto all’evasione fiscale, in parte già introdotte dai precedenti Governi – e che stanno dispiegando i loro effetti – e, in parte, contenute in provvedimenti adottati più di recente. Le prime si riferiscono in particolare all’introduzione degli indici sintetici di affidabilità (ISA), alla previsione dell’obbligo generalizzato della fatturazione elettronica e della trasmissione telematica dei corrispettivi. Tra gli interventi più recenti, si segnalano in particolare gli interventi di contrasto all’evasione e alle frodi fiscali contenute nel decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, che prevede, tra le altre, misure per inasprire le pene per i grandi evasori, per rafforzare gli strumenti di contrasto alle frodi nel settore dei carburanti e per contrastare l’evasione e l’illegalità nel settore dei giochi“.

E’ quanto si legge nell’allegato III (Rapporto sui risultati conseguiti in materia di misure di contrasto all’evasione fiscale e contributiva, corredato dalle Appendici metodologiche) della Nota di Aggiornamento del Documento di Economia e Finanza 2021.

Inoltre “nella direzione di contrastare l’evasione e l’elusione fiscale, migliorare la tax compliance e sostenere la competitività delle imprese e la crescita del Paese saranno proseguite, tra l’altro, le seguenti attività: (…) presidio ed evoluzione della fatturazione elettronica attraverso il Sistema di Interscambio, unitamente alla gestione a regime dell’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi anche ai fini della gestione della “lotteria degli scontrini””.

Nell’allegato IV (Relazione sull’economia non osservata e sull’evasione fiscale e contributiva) si evidenzia invece come “per rafforzare il presidio delle Amministrazioni centrali e locali sul settore del gioco e tutelare la sicurezza e la concorrenza del mercato, ADM ha investito nella digitalizzazione, sviluppando, in collaborazione con il partner tecnologico SOGEI, SMART (Statistiche Monitoraggio e Analisi della Raccolta Territoriale del gioco fisico) un applicativo di supporto al monitoraggio e all’analisi della raccolta territoriale del gioco fisico, nonché degli orari di funzionamento degli apparecchi VLT, anche al fine di permettere ai comuni di monitorare il rispetto delle norme in materia di funzionamento degli apparecchi previsti dall’articolo 110, comma 6, lettera b), del TULPS e di irrogare le relative sanzioni.

Le funzionalità di SMART consentono di:

• conoscere i dati dei volumi di gioco, in forma complessiva e suddivisi per tipologia di gioco, nonché a livello nazionale, provinciale, regionale e comunale, per gli ultimi 3 anni conclusi e, aggiornati all’ultimo bimestre, per l’anno corrente;

• conoscere i dati relativi alla numerosità degli apparecchi e i punti vendita del gioco fisico, divisi per tipologia, a livello nazionale, provinciale, regionale e comunale, per gli ultimi 3 anni conclusi e, secondo l’ultimo aggiornamento disponibile, per l’anno corrente;

• ottenere indici statistici in formato cartografico per mezzo di rappresentazioni a mappe di calore;

• visualizzare su mappa cartografica la distribuzione dell’offerta di gioco fisico differenziata per tipologia (VLT, AWP, Bingo, scommesse, giochi numerici, lotto e lotterie) e relativa ubicazione degli esercizi e apparecchi, nonché dei dati in elenco soggetti per gli esercizi AWP/VLT e dei dati disponibili in banca dati per sale Bingo e punti scommesse;

• monitorare gli orari di funzionamento degli apparecchi VLT installati sul territorio comunale e la visualizzazione dei dati dell’esercizio per gli esercizi contenenti apparecchi VLT in grado di erogare gioco al di fuori delle fasce di funzionamento indicate”.