Dal 25 maggio in Veneto riaprono parchi tematici e aree di intrattenimento, centri sociali, sedi culturali e circoli, luna park e giostre.

Lo dispone il governatore Zaia con una ordinanza secondo le linee guida approvate ieri dalla Conferenza dei presidenti delle Regioni.

Nella ordinanza, la cui efficacia temporale va dal 23 maggio al 14 giugno, si annuncia che una successiva ordinanza regolerà la riapertura di cinema , teatri e discoteche. Questo fa pensare che non ci dovrebbero quindi essere impedimenti per la riapertura di sale gioco, bingo e scommesse, per le quali lo stesso Zaia aveva spiegato di non poter disporre la riapertura in quanto il Governo non aveva ritenuto di occuparsene nelle fasi precedenti.

Dal 25 maggio 2020 è ammesso solo svolgimento delle seguenti attività nel rispetto delle corrispondenti linee guida:1.noleggio pubblico e privato di auto e altre attrezzature di trasporto (biciclette, moto, monopattini, elettrici o meno);

2.informatori scientifici del farmaco;

3.aree giochi per bambini in spazi pubblici e aperti al pubblico compresi gli esercizi commerciali e strutture ricettive; per gli spazi di proprietà pubblica, possono essere fissate dalle amministrazioni comunali date di avvio dell’utilizzo successive al 25 maggio 2020 in relazione alle necessità di attuazione delle linee guida;

4.circoli culturali e ricreativi (luoghi di ritrovo di associazioni culturali, centri sociali, circoli ricreativi, club, centri di aggregazionesociale, università del tempo libero e della terza età –per le attività di somministrazione di alimenti e bevande, attività motorie e sportive, formative, conferenze, dibattiti e spettacoli si rimanda alle schede tematiche pertinenti e alla relativa disciplina);

5.formazione professionale (attività formative non esercitabili a distanza quali laboratori, attrezzature, strumenti, esami finali e attività di verifica, accompagnamento, tutoraggio e orientamento dei diversi percorsi professionali);

6.parchi tematici e di divertimento (giostre, spettacoli viaggianti, acquatici, avventura, zoologici e altri contesti di intrattenimento con ruolo interattivo dell’utente con attrezzature e spazi);

c)dal 25 maggio 2020, le attività già ammesse in base all’ordinanza n. 48 del 17 maggio 2020 e disciplinate dall’allegato 1 dell’ordinanza predetta, sono soggette alle linee guida approvate il 22 maggio 2020 dalla Conferenza delle Regioni e Province autonome, di cui all’allegato 1 della presente ordinanza, che sostituisce integralmente le previsioni dell’ordinanza n. 48, salvo quanto disposto nel punto successivo;

e) con successiva ordinanza saranno disciplinate le date di decorrenza e le linee guida da rispettare ai fini della ripresa delle attività di cinema e spettacoli con pubblico dal vivo, attività dei centri termali e centri benessere, discoteche, sagre e fiere.

E’ possibile scaricare l’ordinanza a questo link

Le linee guida da seguire a questo link