“Condividiamo molto quanto recentemente dichiarato dal Ministro Centinaio e cogliamo l’occasione per rinnovare la proposta della Costituzione di un “Tavolo di crisi” del settore, con la presenza delle associazioni rappresentative della Filiera e dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), giustamente citata più volte dal Ministro.

L’ippica e’ precipitata in una crisi profondissima come dimostrato dalla continua e gravissima chiusura degli ippodromi, l’ultimo in ordine di tempo Capannelle, che si è aggiunto ai 9 ippodromi già chiusi in questi ultimi anni. Senza ippodromi non esistono le corse dei cavalli ed e’ finito questo grande e storico sport. Ci auguriamo quindi che il Ministro accolga questa proposta e ci si metta al lavoro, uniti, per salvare l’ippica nazionale”.

Coordinamento Ippodromi

Commenta su Facebook