barberini

Sono stati consegnati, in alcuni Comuni umbri capofila di Zona sociale, i primi marchi “Umbria No Slot”, voluti dalla Regione Umbria per esercizi commerciali e centri aggregativi liberi da apparecchi per il gioco d’azzardo.

A Narni (TR) la cerimonia è stata presieduta dall’assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini, che ha assegnato lo speciale logo ad alcuni locali che hanno scelto di non installare o di rimuovere slot machine e altre tipologie di gioco d’azzardo, insieme al sindaco della città e presidente di Anci Umbria, Francesco De Rebotti.

“È motivo di orgoglio – ha evidenziato Barberini – sapere che in Umbria ci sono tanti operatori commerciali che rinunciano a introiti importanti per dare un segnale chiaro contro la ludopatia e contribuire a sensibilizzare la popolazione, rispetto ai rischi legati al gioco d’azzardo, che molto spesso diventa patologico”.

Commenta su Facebook