“Le famiglie storiche della camorra sono tuttora ben inserite nei loro traffici storici, nelle loro attivita` tradizionali. Oltre al traffico di droga, ovviamente penso al settore dei giochi, a quello della ristorazione, al settore turistico-alberghiero, a quello dell’edilizia e a quello dei rifiuti”. Lo ha detto il Prefetto di Napoli, Marco Valentini, in audizione presso la Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere.