Conte Premier

Il governo lavorerà per evitare l’aumento dell’Iva nel 2020 e nel 2021. Lo ha spiegato il premier Giuseppe Conte, nel corso della conferenza stampa di fine anno. “Non vorrei che fosse trascurato il fatto – ha detto il presidente del Consiglio – che in pochi mesi abbiamo dovuto recuperare 12,5 miliardi di euro per neutralizzare l’incremento dell’Iva. Continueremo nel 2020 e 2021 con questa modalità”.

“E’ chiaro che il complesso di misure a cui abbiamo pensato”, dall’aumento della tassazione per i giochi alle banche fino alla web tax per i giganti del web, “possano aver provocato un aumento della pressione fiscale” come evidenziato dall’ufficio parlamentare di bilancio. “Per i cittadini la pressione fiscale l’abbiamo alleggerita, abbiamo realizzato un’opera redistributiva come deve fare un governo, privilegiando alcune fasce rispetto ad altre” ha aggiunto.

Secondo il presidente del Consiglio, l’esecutivo “sta contribuendo a ridurre quella frattura tra classi politiche e cittadini, non siamo il governo delle lobby e dei comitati d’affari. Io non ricevo esponenti di comitati d’affari, ma persone che hanno incarichi istituzionali e rappresentano interessi ala luce del sole”.

Commenta su Facebook