Approvata la mozione contro il gioco d’azzardo proposta dal consigliere M5S Antonio Bonaccorso, candidato sindaco alle prossime elezioni comunali ad Aci Castello (CT).

«L’approvazione della mozione con la conseguente ordinanza deliberata lo scorso 4 febbraio dal sindaco, che riduce notevolmente l’apertura di centri scommesse, sale giochi e locali che abbiano all’interno delle slot e delle vlt è un progetto dalla valenza sociale ed economica diventato realtà» ha detto Bonaccorso.

Secondo l’ordinanza è vietata l’apertura di sale giochi tradizionali o videolottery a distanza di 500 metri, misurati secondo il percorso pedonale, da istituti scolastici, luoghi di culto, centri di aggregazione sociale, sportivi e ricreativi e da strutture residenziali e semiresidenziali operanti in ambito sanitario o socio assistenziale. Inoltre è obbligatorio il rispetto di specifici limiti orari, gli apparecchi potranno essere in funzione solo dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 22.00 di tutti i giorni, compresi i festivi.

Sul tema si è espresso anche il deputato alla Camera Santi Cappellani: «Il successo castellese è un passo molto importante per l’evoluzione della nostra società, perché in linea con quanto portato avanti dal Movimento a livello nazionale, la politica ha la responsabilità morale e civile di debellare questa malattia, riducendo l’offerta e l’accesso con un’adeguata informazione e un’azione attiva di prevenzione e cura contro il gioco d’azzardo patologico».

Commenta su Facebook