Grattaevinci e altri giochi come da decreto direttoriale dell’ADM ripartono anche a Bergamo: è quanto disposto dall’ordinanza del Comune, in materia di gioco.

Nelle scorse settimane il sindaco Giorgio Gori aveva disposto il divieto di giocare in città, estendendo i provvedimenti di limitazione regionali anche ai gratta e vinci e ai giochi a estrazione.

Una scelta motivata, come spiegato da Gori, dall’incongruenza della decisione del Governo, che, mentre disponeva la chiusura ulteriore di esercizi commerciali e di somministrazione, dava invece il via libera ai giochi.

Con decorrenza immediata (martedì 12 maggio)- spiega il Comune – è quindi consentita la vendita di lotterie istantanee (più comunemente chiamata «gratta e vinci»): non è comunque possibile rimuovere la speciale vernice che ricopre la combinazione (appunto, «grattare”) del tagliando all’interno del punto vendita e nelle immediate vicinanze dello stesso. È quindi possibile il «take away», in modo da evitare assembramenti e il persistere all’interno delle tabaccherie dei giocatori. l’ordinanza ha validità fino al 31 maggio.

È consentita la ripresa del gioco del Millionday, SuperEnalotto, SuperStar, SiVinceTutto SuperEnalotto, “Eurojackpot», «Lotto Tradizionale».

Non sono consentiti i giochi che prevedono più di una estrazione nell’arco delle 24 ore come «10 e lotto», «Winforlife» e «Winforlife Vincicasa»