Solo il 7% dei giovani livornesi non sa che il gioco d’azzardo è vietato ai minori di 18 anni, il 52% di loro ha giocato almeno una volta nel corso del 2019.

E’ quanto emerge dallo Studio redatto dal Cnr e presentato nell’ultima seduta della commissione consiliare Politiche Sociali del comune labronico.

Nel complesso il 52% degli studenti livornesi ha giocato d’azzardo almeno una volta nel corso della propria vita e il 50% lo ha fatto nei 12 mesi antecedenti la somministrazione del questionario, in particolare i ragazzi.

Il 55% degli studenti-giocatori ha giocato d’azzardo occasionalmente (meno di una volta il mese) durante l’anno, soprattutto le studentesse, mentre il 20% lo ha fatto2 o più volte durante la settimana, in particolar modo i ragazzi.

In una giornata tipo,l’67% degli studenti-giocatoridurante l’annoha giocato mediamente meno di 30 minuti, per lo piùle ragazze, il 16% da 30 a 60 minuti;l’11% ha giocato da 1 a 2 ore e il 6% 2 ore o più, percentuale quest’ultimache risulta superiori tra i ragazzi.

L’83% degli studenti-giocatori ha giocato ai Gratta&Vinci, con una diffusione maggiore frale studentesse e i minorenni;seguono lescommessesu eventi calcistici, praticate dal 48%, ed in particolare dai ragazzie dai minorenni. Il 27% ha praticato scommesse insportdiversi dal calcio e/o giocato ad “altri giochi con le carte”, il 24% si è dedicato al gioco del Bingo e il 22% alle New slot machine/Videolottery. Il14% e il 13% hanno giocato rispettivamente al Superenalottoe a Poker texano, con percentuali che risultano superiori tra le ragazze,nel primo caso e tra i ragazzi nel secondo.

Il 42% dei giocatori d’azzardo si reca presso bar/tabacchi/ricevitorieper giocare,soprattutto le studentesse,mentre il 40% gioca in sale scommesse, soprattutto i ragazzi senza alcuna differenza in base all’età. Tra le ragazze giocatrici e i minorenni è diffuso giocare pressoleabitazioni propria e/o di amici.

L’11% degli studenti ha giocato d’azzardo on-line,collegandosi cioè in Internet, con differenze a livello di genere(M=18%; F=5%) ma nondi classe di età (Minorennie Maggiorenni=11%)1.Tra coloro che hanno giocato d’azzardo on-line nel corso dell’ultimo anno, il device maggiormente utilizzato è lo smartphone (81%), seguito da computer (22%) e tablet (6%); il 4% ha utilizzato una console.La maggior parte degli studenti solitamente gioca d’azzardo on-line a casa propria (69%), il 32% gioca a casa di amici,il 27% presso luoghi pubblici chiusi (es. bar) e il 21% presso quelliaperti (es. piazza, parco); il 13% gioca a scuola e il 4% quandosi trova sui mezzi di trasporto.Tra gli studenti-giocatori d’azzardo on-line nell’ultimo anno, il 63% ha utilizzato un account personale per giocare, 1 ogni 4ha utilizzato quello di un maggiorenne (parenti, amici, ecc.),il 10% quello dei genitori, il 2% quello di fratelli/sorelle maggiorenni.Anche per il gioco d’azzardo on-line, le scommesse sportive sono le preferite, seguite da Poker Texano, scommesse su eventi non sportivi, altri giochi di casinò virtuali (es. roulette), lotterie istantanee, Lotto/Superenalotto, Bingoe New slot machine/VLT.