Il gioco è ancora fermo. La speranza di riapertura dopo il 5 marzo ha sostenuto gli operatori durante lo scorso mese. La manifestazione del 18 febbraio ha chiaramente messo in evidenza le criticità che sono costrette ad affrontare le aziende di settore. La determinazione dei lavoratori a mantenere il loro impiego si scontra infatti con oggettive difficoltà pratiche: senza raccolta non ci sono fondi per far sopravvivere le attività e i ristori, quando arrivano, sono irrisori.

In attesa di una stagione migliore, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha comunicato le nuove regole di produzione e distribuzione degli apparecchi senza vincita di denaro. Mentre il Tribunale di Firenze conferma che per tali apparecchi non serve nulla osta, le nuove regole lo impongono anche per flipper e calcio balilla insieme ad un registro per le manutenzioni.

Con i punti di raccolta del gioco pubblico chiusi riprende forza l’offerta illecita e restano le preoccupazioni per un gioco eccessivo, soprattutto per quello online in tempi di confinamento necessario a contrastare la diffusione della pandemia.

In Gran Bretagna, dove le imprese di gioco sono sotto la lente dell’opinione pubblica, l’industria ha risposto alle limitazioni con un maggiore impegno per il gioco responsabile adottando sistemi tecnologici per l’identificazione e l’inibizione dei giocatori predisposti alla dipendenza.

Tutte attività degne di menzione ma, se non ritorna una parvenza di normalità, non serviranno a nulla, il risultato che ci troveremo a constatare sarà che il COVID avrà sterminato il gioco legale; rimarrà quello illegale dove regole, limitazioni e tutela del giocatore non sono misure previste.

Questi alcuni degli argomenti nell’edizione 161 di Jamma Magazine che è disponibile online e in versione eBooks ai links seguenti:

Jamma Magazine
la versione E-Book da visualizzare sul telefonino.
Per continuare a ricevere la copia cartacea è necessario invece compilare e inoltrare la richiesta di adesione ai nuovi servizi Jamma srl.
abbonati
followertwitter
piacefacebook