La graduale riapertura delle attività di gioco ‘terrestre” sospese allo scopo di limitare la diffusione della pandemia da COVID 19 ha avuto un effetto limitato sul volume della spesa a livello globale.

E’ quanto certifica la società di ricerca specializzata in gaming e gambling H2Gambling.

I dati aggiornati al 25 agosto scorso stimano che la riduzione della spesa per tutte le attività di gioco (fisico e online) sia del 10,6%, con un calo del 19,1% delle giocate attraverso i punti fisici e un incremento del 37,4% del gioco online. Le scommesse, nel corso del 2021 fino ad oggi, registrano una perdita a livello di spesa dell’ 1,7%, del 20,9% invece il settore del gaming.

Le lotterie registrano, a livello mondiale, un incremento del 5,3%.

Analizzando i dati relativi alla spesa a livello territoriale emerge che in Europa in mercato registra un incremento dell’1,1%, in termini di spesa su ogni tipologia di offerta, mentre Asia/Oceania è a -21,9%. Recuperare il Nord America con una riduzione della perdita dal 13,7% del 2020 all’attuale -2,1%.