mef

Le entrate tributarie e contributive nei primi nove mesi del 2018 mostrano nel complesso un aumento di 10.315 milioni di euro (+2,1 per cento) rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. La crescita registrata è la risultante tra l’incremento delle entrate tributarie (+4.126 milioni di euro, +1,3 per cento) e l’incremento, in termini di cassa, delle entrate contributive (+6.189 milioni di euro, +3,8 per cento).

Lo comunica il Mef nel consueto bollettino, dove si legge che nei primi nove mesi del 2018 le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a 321.761 milioni di euro (+5.738 milioni di euro, pari a +1,8 per cento) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le imposte dirette risultano pari a 173.085 milioni di euro (+2.633 milioni di euro pari a +1,5 per cento). Le imposte indirette ammontano a 148.676 milioni di euro (+3.105 milioni di euro, pari a +2,1 per cento).

Le entrate di lotto e lotterie ammontano a 10.364 milioni di euro (+356 milioni di euro, pari a +3,6 per cento). Le entrate tributarie del bilancio dello Stato incassate nel periodo ammontano a 308.308 milioni di euro in aumento di 1.553 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2017 (+0,5 per cento). In crescita sia le imposte dirette (+398 milioni di euro, +0,2 per cento) che le imposte indirette (+1.155 milioni di euro, +0,8 per cento).

Per quanto riguarda il settore del gioco, nei primi nove mesi dell’anno è stato registrato a livello di competenza giuridica un’incremento di 3,4% punti percentuali sotto la voce Lotto e Lotterie pari a 10.335 milioni di euro, rispetto ai 9.993 milioni a gennaio – settembre 2017. Gli incassi di Lotto e Lotterie passano da 5.536 milioni di euro dei primi nove mesi del 2017 a 5.634 milioni dello stesso periodo del 2018 (+1,8%).

Commenta su Facebook