Il 19 novembre, dalle ore 12:30, l’impianto ippico milanese di Piazzale dello Sport 16 apre le porte all’ultima giornata di corse della stagione di galoppo mentre, nell’area fontana, si anticipa l’atmosfera di Natale con la presenza di Babbo Natale con la slitta e gli elfi, protagonisti di una festa aperta a tutto il pubblico e fatta di attrazioni, luci colorate, food trucks, lo stand degustazione vini e molto altro ancora. Per i bambini sono organizzate attività ludiche e il laboratorio creativo per la realizzazione di oggetti natalizi. Sempre presenti i ponies per l’ebbrezza del ‘battesimo della sella’. Corse al via dalle ore 12:50

Sabato 19 si prospetta una giornata da non perdere all’Ippodromo Snai San Siro di Milano, dove è in programma l’ultima giornata di corse della stagione e dove i visitatori potranno divertirsi e distrarsi grazie alla festa a tema natalizio organizzata nelle diverse aree interne dello storico impianto di galoppo. 

Dalle ore 12:30 in poi il pubblico potrà accedere da piazzale dello Sport 16 (ingresso a pagamento: 3 euro intero; 5 euro a famiglia; minori e portatori di handicap accesso gratuito) dove troverà allestite diverse attività in una cornice natalizia, composta da alberi innevati ed adornati con palline colorate. Tra gli alberi sarà presente anche la slitta di Babbo Natale, affiancata da un soldatino schiaccianoci a grandezza naturale, con la possibilità per il pubblico di salire a bordo e scattarsi una foto ricordo; una slitta magica perché, quando scenderà la sera, si illuminerà di diversi colori rendendo l’atmosfera unica e calda. Nello stesso spazio sarà presente un laboratorio per i piccoli visitatori per creare e colorare oggetti di Natale grazie al supporto di due animatori vestiti da elfo. 

Nell’area Paddock per i bambini, invece, saranno presenti gli animatori della ‘Fondazione Francesca Rava’ che, oltre alle consuete attività ludiche, allestiranno un corner Santa Claus per distribuire caramelle. In più è prevista la casetta gonfiabile con vari elementi scenografici e la presenza di due elfi e di Babbo Natale in persona!  

Ma lo spettacolo non finisce qui: i piccoli ospiti dell’ippodromo, oltre alla possibilità di scrivere le letterine di Natale, potranno assistere all’esibizione di un “Raccontastorie” o partecipare al ‘Battesimo della sella’ grazie ai ponies messi a disposizione dal CIL (Centro Ippico Lombardo). Per tutti, infine, la possibilità di rifocillarsi al Bar del Turf o del Tondino, oppure nelle varie postazioni di food-trucks allestite in cui si potranno gustare i testaroli al pesto o ai funghi porcini, degli stuzzicanti panzerotti oppure le caldarroste. Per i più grandi, sarà inoltre presente uno stand per la degustazione dei vini grazie a vinodalproduttore.it l’unico e-commerce che permette agli appassionati di acquistare i vini, con consegna diretta, dalla cantina del produttore. 

In pista, invece, la bellezza dei cavalli da corsa che si affronteranno in sei prove chiuse con la premiazione dei migliori fantini, allenatori e proprietari della stagione appena conclusa. Vediamo, nel dettaglio, il programma della 63^ giornata che vede tante prove per i 2 anni. 

Apertura di giornata alle ore 12:50 con il Premio Palazzo Marino, una maiden sul doppio chilometro in pista media. Situazione decisamente competitiva, con parecchi di quelli al via che hanno fatto vedere cose interessanti, più un qualitativo inedito come Fante Di Cuori da monitorare al betting, ma con la scelta finale che premia Walk In Beauty, in miglioramento alla seconda uscita e non a caso su distanza più lunga, facendo intendere chiaramente di fare molto bene la distanza. Distanza che invece rappresenta un dubbio per Ride The Lion, che ha esordito molto bene, e con le stesse Sabry Del Lupo e Rise At Dawn pronte a dire la loro. Sempre la generazione più giovane impegnata anche nella seconda prova per il Premio Arena Civica, con una nursery sui 1.200 metri di categoria discreta. Impossibile separare sulla carta Sopran Akilios e Sciampagnola, finiti virtualmente in linea in una prova non troppo diversa da questa sulla distanza minima ed entrambi con ovvie chance, ma ad una quota più golosa potrebbe spuntarla Nire, che si è già resa ottima protagonista a questi livelli, potendo sfruttare il velenoso vantaggio di chili. Silando dal canto suo ha appena vinto in scioltezza, sia pur a vendere, mentre bisognerà vedere come si comporterà come sprinter Rough Rustic, che ha già colpito due volte in stagione ma su distanza superiore.  Sempre i puledri di 2 anni in azione e ancora in nursery, ma questa volta per il Premio Pinacoteca Ambrosiana sulla distanza del doppio chilometro. Di nuovo un contesto bello tosto, dove certamente ci sarà in prima linea It Is Love, che ha perso di un pelo il Castello Sforzesco, ma dove convince ancor di più Elegant Drago, che ha dominato una corsa simile sui 1.800 metri dimostrando una grande predisposizione per la distanza, potendo così allungare la sua serie sul potenziale ulteriore progresso. Emperor Jade e Palais Monaco devono recuperare tanto, ma guadagnano chili, ma forse ancor più pericoloso può essere Permare, che debutta in perizia dopo due valide prestazioni con un furlong in meno. Occhio anche a Kyoto come sorpresa non impossibile. L’ultima prova riservata ai 2 anni è la tradizionale condizionata per i velocisti sui 1.200 metri valida come Premio Brianza. Campo partenti giusto per la categoria, con nomination orientata verso Charm De Chat, che nonostante sia ancora molto verde, non ha sbagliato niente finora, con tanto di piazzamento in listed e sconfitta di misura contro un rivale che ha fatto centro anche la volta dopo. Beau Shadow è il rivale dichiarato, soprattutto dopo la recente vittoria in maiden arrivata in progresso, così come lo stesso Enta Omry, che è sempre stato positivo, ma che nell’ultima lo è stato in modo particolare. Nessuno poi si dimentica dell’importato Edgar Linton, un altro con possibilità quanto mai evidenti. Da monitore anche Ser Sed, atteso al debutto ma troppo brutto per essere vero. L’edizione 2022 del Premio San Siro, tradizionale handicap di buona categoria per i fondisti di 3 anni ed oltre sui 3.000 metri di pista grande. Corsa super suggestiva ed altrettanto incerta, ma con Iskanderhon, a cui l’handicapper non ha fatto sconti dopo il doppio Goldegg-Monte Rosa, ma che si presenta con una forma tale dal rendergli possibile una hat-trick leggendaria. Ragout lo segue sia nella scala dei pesi sia nella valutazione facendo benissimo la distanza, ma sono davvero in tanti quelli che contano, a cominciare dai recenti vincitori Amica Mia e Zain Master, per continuare con i runner-up Hard Worker e Flash Of The Blade, ma pure con Agent Zero, altro elemento adattissimo ai test di stamina più severi con la sua amazzone-proprietaria in sella.  

La stagione 2022 di galoppo all’Ippodromo Snai San Siro di Milano viene chiusa dal Premio Carlo Bascapé, handicap di buona categoria per i velocisti di tutte le età sui 1.200 metri. Altra prova dopo ci si può sbizzarrire, e se da un lato questa distanza può essere diventata un po’ corta, la piazza d’onore del Fiume di IRISH GIRL un numero troppo importante per andarle contro. Lo stesso I Am Magneitc arriva da un numero di buonissimo spessore, mentre Storm Part torna a cimentarsi in una categoria dove di fatto si declassa se valutato sui suoi migliori standard. Danny Ocean e i due compagni di scuderia Sentiero Lucente ed Elisir sono altri nomi caldi, esattamente come Come On Captain che torna su distanza più congeniale. 

Articolo precedenteSisal, impegno concreto nel campo della responsabilità: obiettivo “zero giocatori problematici” entro il 2030
Articolo successivoSvizzera, riassegnazione licenze casinò: presentate 29 domande per 23 concessioni