Il termine per la presentazione delle domande di licenza è scaduto il 31 ottobre 2022. 29 richiedenti hanno chiesto il rilascio delle 23 autorizzazioni da parte del Consiglio federale. Alcuni richiedenti hanno chiesto la concessione nella stessa zona. Inoltre, dodici richiedenti hanno chiesto contemporaneamente un’estensione della licenza per gestire giochi da casinò online

Le licenze e le proroghe delle licenze dei 21 casinò svizzeri scadranno il 31 dicembre 2024. Il 27 aprile 2022 il Consiglio federale ha preso decisioni fondamentali per la nuova assegnazione delle licenze di casinò che entreranno in vigore dal 2025. Ha approvato la divisione della Svizzera in 23 zone e fissato il numero totale di licenze da rilasciare a un massimo di 23 (massimo 10 licenze di tipo A e massimo 13 licenze di tipo B). Per ogni zona dovrebbe essere assegnata al massimo una concessione del tipo di concessione definito. La domanda di estensione della licenza può essere presentata in qualsiasi momento o durante l’intero periodo di validità della licenza.

Il 1° giugno 2022 la Swiss Federal Gaming Board (ESBK), su incarico del Consiglio federale, ha annunciato l’assegnazione delle licenze in una procedura aperta e ha invitato tutte le parti interessate a presentare domanda. Il termine per la presentazione delle domande di licenza è scaduto il 31 ottobre 2022.

Risultato: 29 domande di licenza e 12 domande di estensione della licenza

Sono pervenute complessivamente 29 domande di licenza, 14 domande di licenza A e 15 domande di licenza B. Per ciascuna delle 23 zone è stata presentata almeno una domanda. Allo stesso tempo, dodici richiedenti hanno chiesto un’estensione della licenza per gestire giochi da casinò online oltre alla domanda di licenza. Dieci di questi candidati offrono già giochi online.

Con un’eccezione, tutti gli attuali operatori di casinò vorrebbero continuare le loro operazioni di casinò terrestri nella rispettiva zona del comune precedente. Il gruppo Swiss Casinos ha deciso di non presentare domanda di licenza per l’attuale sede di Sciaffusa e di richiedere la nuova licenza da assegnare nella zona di Winterthur. Tuttavia, un gruppo di investitori privati, MW Management & Event AG, vorrebbe continuare a gestire il casinò di Sciaffusa e ha chiesto una concessione per farlo.

In 19 zone (Baden-Aarau, Berna, Oberland bernese orientale, Ginevra, Friburgo, Giura, Lucerna, Lugano, Locarno, Mendrisio, Montreux, Neuchâtel, Grigioni settentrionali, Grigioni meridionali, Sarganserland, Sciaffusa, Svitto, Winterthur e Zurigo) vale solo richiedente la concessione da aggiudicare.

Situazione concorrenziale nelle zone di Basilea, San Gallo, Losanna e Vallese

Alcuni richiedenti hanno chiesto l’autorizzazione nella stessa zona, creando una situazione concorrenziale. E’ quanto accaduto a Basilea, San Gallo, Losanna e Vallese. Oltre al precedente licenziatario con sede nella città di Basilea, anche Swiss Casino Oftringen AG ha richiesto una licenza per gestire un casinò nel comune di Oftringen, nella zona di “Basilea”. Nella zona “San Gallo” hanno chiesto l’aggiudicazione della concessione l’ex gestore del casinò e Casino Admiral Management AG. Entrambi vogliono gestire un casinò nella città di San Gallo.

Nella zona “Vallese” competono tre candidati: il precedente concessionario del casinò di Crans-Montana, Casino du Valais SA per la gestione di un casinò nella città di Sion e Casino des Alpes SA per uno nella città di Martigna.

Tre richiedenti hanno presentato domanda anche nella zona “Losanna”: GCDL SA vuole gestire un casinò nella città di Losanna, Projet Casino Prilly AG ne vuole gestire uno nel comune di Prilly e Casino du Léman SA uno nel comune di Romanel-sur-Lausanne.

La SFGB comunicherà ulteriori informazioni sui richiedenti e sul contenuto delle singole domande nella primavera del 2023, dopo che i controlli formali saranno stati completati.

Articolo precedenteAll’Ippodromo Snai San Siro sabato di festa natalizia, porte aperte per le famiglie e i bambini
Articolo successivoScommesse, MGA: “Promemoria per la Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022”