ILLUSTRATION - A young man plays around on a slot machine in a casino in Berlin, Germany, 11 March 2015. Photo: Britta Pedersen/dpa
Il regolatore per il gioco d’azzardo del Belgio recepisce due pronunce del Consiglio di Stato e modifica le disposizioni in materia di pubblicità al gioco d’azzardo.
All’inizio di febbraio la società Rocoluc e la sua controllata Fremoluc hanno ottenuto, attraverso una pronuncia del Consiglio di Stato, la cancellazione di alcuni articoli del decreto reale del 25 ottobre 2018 in materia di restrizioni alla pubblicità sul gioco d’azzardo. Questi articoli si riferivano in particolare al divieto di pubblicità da parte degli operatori digitali al di fuori del loro sito Web. Il Consiglio di Stato, con la stessa pronuncia, ha esteso il divieto di offrire bonus ai giocatori sui siti online.

La Commissione di gioco ha pubblicato in questi giorni due note informative sulle sentenze del Consiglio di Stato. La Commissione fa presente che il chiarimento dsulle disposizioni riferite al decreto reale del 25 ottobre 2018 pubblicate solo qualche giorno prima non vanno più prese in considerazione, alla luce delle due pronunce.

Ad oggi gli operatori di scommesse autorizzati e i siti di casinò online potranno fare pubblicità senza restrizioni, non più quindi solo all’interno dei loro siti Web come inizialmente previsto.

Tuttavia non potranno offrire titoli di gioco o bonus ai loro giocatori. Originariamente questo divieto riguardava solo i casinò terrestri ed è stato esteso perchè ritenuto discriminatorio. Va precisato che la Commissione di gioco non ha valutato il caso degli operatori di scommesse sportive relativamente alla gestione dei bonus, quindi al momento per questi non è previsto alcun divieto.