Nell’ambito delle attività di prevenzione e controllo del territorio cittadino poste in essere dal Comando della Polizia Municipale di Napoli, indirizzate in particolare ai controlli anti Covid-19, personale della U.O. Investigativa Centrale unitamente a personale della U.O. Scampia, è intervenuta in una via dove, a seguito di attività investigativa, si è rilevata la presenza di una costruzione abusiva in legno di circa 15 metri quadrati, allestita in area privata e quindi non visibile direttamente dalla strada, al cui interno erano state installate 10 macchinette videopoker e slot totalmente abusive.

Il continuo movimento di persone che si recavano nella sala giochi, in particolare in questo periodo di lockdown ha insospettito il personale della Polizia Locale che è riuscito ad individuare l’attività illecita.

La costruzione in legno, totalmente abusiva, i video terminali illeciti e con schede contraffatte e la somma di denaro ammontante ad oltre €5.000,00, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo; il Gestore dell’attività, cittadino napoletano, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per i reati descritti; allo stesso sono stati notificati, inoltre, verbali amministrativi per oltre €110.000,00.

Tutti gli avventori identificati all’interno della sala giochi sono stati verbalizzati ai sensi del DPCM anti Covid-19 e conseguentemente segnalati alla ASL NA1 che provvederà, inoltre, a notificare loro l’obbligo di permanenza domiciliare disposta dalle Ordinanze Regionali.

Ennesimo episodio che va a confermare, come più volte sottolineato da chi opera nel settore del gioco, quanto sia facile il dilagare dell’illegalità in situazioni di proibizionismo.