Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Da questa mattina i dipendenti di Global Starnet stanno manifestando davanti la prefettura di Roma per difendere i propri posti di lavoro. A margine della protesta è stato chiesto un incontro, che è stato concesso ai rappresentanti sindacali. 

Il Tribunale di Sint Maarten intanto ieri pomeriggio ha giudicato ammissibile la richiesta di estrazione in Italia di Francesco Corallo, fondatore della Global Starnet, detenuto nelle Antille Olandesi dal 13 dicembre 2016, su richiesta delle autorità italiane che lo accusano del reato di peculato, contestato dalla Procura di Roma.

Mentre i dipendenti Global Starnet stanno manifestando davanti la Prefettura di Roma per difendere i posti di lavoro, i rappresentanti sindacali dei lavoratori sono stati ricevuti dal Capo di Gabinetto.

Il colloquio è in corso. Contestualmente, è in corso la prima udienza al Tar Lazio in merito alla decadenza della concessione Global Starnet per la gestione degli apparecchi di intrattenimento per il gioco legale, così come disposta dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

La notifica di decadenza della concessione ha fatto seguito all’avvio di un procedimento nel quale viene contestato a Global Starnet il mancato versamento dell’imposta sul gioco a carico dei concessionari (PREU), per il periodo 2004-2006.

“Siamo stati ricevuti dal segretario del Capo di Gabinetto al quale abbiamo esposto le ragioni della nostra protesta odierna, sottolineando che il nostro obiettivo è quello di salvaguardare i livelli occupazionali dei dipendenti Global Starnet, circa 300 tra diretti e indotto, che nulla hanno a che vedere con le vicende societarie”. E’ quanto ha dichiarato Davide Iabichella, Rappresentanza sindacale aziendale dei lavoratori della Global Starnet, al termine dell’incontro odierno in Prefettura per tutelare i posti di lavoro a seguito della notifica della decadenza della concessione Global Starnet per la gestione degli apparecchi di intrattenimento per il gioco legale, così come disposta dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. “Abbiamo raggiunto un accordo di massima – ha proseguito Iabichella – ed entro domani prepareremo una relazione in cui sintetizzeremo le vicende dell’ultimo periodo, esponendo le nostre ragioni dal punto di vista dei lavoratori. Questo documento sarà sottoposto e condiviso con il Prefetto stesso: abbiamo ricevuto l’impegno di un riscontro in tempi ragionevoli, auspichiamo entro la fine del mese”.

Commenta su Facebook