“Andrò contro corrente ma, per quanto mi riguarda, non critico la scelta del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio di far visita alla Caritas per incontrare gli operatori che aiutano le persone con problemi di ludopatia. Ritengo, da sempre, che le funzioni di un leader politico o di un Ministro non possano prescindere dalla profonda conoscenza dei fenomeni e degli argomenti di possibile competenza” ha affermato Gennaro Parlati, Direttore Generale di Acmi e Vice Presidente di Sistema Gioco Italia.

“Quello che mi permetto criticare è la parzialità dell’approfondimento. Per avere contezza di un problema, per essere sicuri di avere la giusta conoscenza di un fenomeno tanto da intervenire sullo stesso, bisogna conoscerne storia, cause, effetti e strumenti attivabili. Per questo motivo rinnovo al Ministro l’invito a far visita alle nostre aziende, vorremmo avere l’opportunità di spiegare il nostro lavoro, la nostra storia, la nostra funzione e le nostre difficoltà. Per quanto mi riguarda non esistono e non posso esistere, aprioristicamente, aziende, imprenditori o cittadini di serie b. Apprezzo molto quando il Ministro ribadisce la sua volontà, e quella del movimento che rappresenta, di voler tutelare gli imprenditori e le piccole imprese italiane e noi, da anni, rappresentiamo sia gli uni che le altre” ha concluso Parlati.

Commenta su Facebook