sacco di soldi gratta e vinci

“A seguito delle pressanti rimostranze di Assotabaccai e dell’intera categoria, il Governo ha stralciato l’emendamento mirato a ridurre l’aggio dei tabaccai e degli altri punti vendita sui Gratta e Vinci. Ne siamo felici: era un provvedimento inaccettabile”.

Così Alberto Alberetto, Vice Presidente nazionale di Assotabaccai Confesercenti.

“Se approvato, il provvedimento avrebbe infatti tagliato improvvisamente di un ulteriore 3% – circa 22 milioni di euro l’anno – il già magro margine degli operatori. Sarebbe inimmaginabile proporlo a qualsiasi altra categoria. Siamo dunque soddisfatti per la cancellazione di un intervento dannoso, che non avrebbe di certo risolto i guai di bilancio del nostro Paese ma avrebbe sicuramente rimesso in discussione il rapporto di fiducia tra la categoria e lo Stato. Le nostre imprese sono tra i principali esattori del fisco, un ruolo di pubblica utilità per il quale mettiamo tutti i giorni a rischio la nostra sicurezza”.

Commenta su Facebook