zapponini

(Jamma) Sistema Gioco Italia, la federazione di filiera dell’industria del gioco di Confindustria, conferma la propria disponibilità a discutere della riforma complessiva del gioco legale in Italia a tutela dei cittadini, dei lavoratori e delle imprese.

Apprendiamo che il gioco è stato incluso tra i punti programmatici del contratto di governo tra Lega e Movimento 5 Stelle. Siamo convinti che una riforma complessiva del settore del gioco legale in Italia sia necessaria e siamo aperti a confrontarci nel merito con tutte le forze politiche.

Da quanto abbiamo avuto modo di leggere, alcune delle proposte contenute nel contratto toccano temi più volte sollevati da Sistema Gioco Italia, quali ad esempio la tutela dei minori, il contrasto a tutte le forme di illegalità e di dipendenza e la necessità di trasparenza di tutti gli attori della filiera. Ribadiamo ancora una volta la nostra piena disponibilità a collaborare con tutti gli attori coinvolti per portare avanti una riforma sostenibile, non più derogabile, della filiera del gioco legale in Italia che possa contribuire al raggiungimento degli obiettivi sociali, finanziari ed economici dello stato e degli enti locali, tutelando gli investimenti e il lavoro” ha dichiarato Stefano Zapponini, Presidente di Sistema Gioco Italia a margine dell’odierno Consiglio generale della Federazione.

Commenta su Facebook