Il 12 e il 17 dicembre si terranno a Roma, davanti alla sede della Camera, due manifestazioni organizzate dagli operatori del comparto degli apparecchi da intrattenimento.

E’ un estremo, disperato, tentativo quello a cui ricorrono gli operatori degli apparecchi da intrattenimento per l’ennesima volta oggetto delle manipolazioni attraverso le quali il Governo sta fissando le misure della legge di Bilancio.

Dopo l’ultimo annunncio circa un nuovo innalzamento della tassazione, dopo quello già introdotto con il decreto fiscale, gli operatori hanno deciso di organizzare due distinte manifestazioni che però, non si esclude, potrebbero tramutarsi in un’unica protesta ad oltranza, contro le misure inserite in Manovra.

L’ultima, indiscrezione, della giornata di ieri, parla di un aumento del Preu al 23,9 % per le slot, con riduzione del pay out.