“La salute pubblica è la priorità assoluta. Con i nuovi provvedimenti anche l’emergenza per l’economia ha cambiato passo e i danni per le imprese rischiano di essere incalcolabili”.

Così Patrizia De Luise (foto), Presidente Nazionale Confesercenti.

“Ci troviamo di fronte ad una crisi che nessuno era preparato ad affrontare, ed è opportuno che tutti diano il proprio contributo: le nostre strutture territoriali si sono già attivate per informare e assistere le imprese in questa fase”.

“Le province ‘isolate’ hanno un altissimo tasso di micro, piccole e medie imprese. Stiamo parlando di decine di migliaia di attività del turismo, ma anche di negozi, bar, ristoranti e non solo, che sono o stanno per entrare in crisi”.

“Dovremo garantire a queste attività la sopravvivenza oltre la fase di emergenza. Servono da subito interventi: moratorie per scadenze fiscali ed agevolazioni speciali per l’accesso al credito”.