Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Lanciamo un appello a tutti gli operatori del gioco, quelli delle scommesse ma anche delle slot, ad unirsi a noi il 20 giugno prossimo quando torneremo a manifestare davanti alla sede del Comune. Così i lavoratori delle sale Bingo di Napoli che ieri hanno manifestato per chiedere al Comune di rivedere gli orari di apertura limitati in sole otto ore, ovvero dalle 9.00 alle 12,00 e dalle 18.00 alle 23.00 e fissati dal regolamento sui giochi leciti.

“La nostra richiesta è ragionevole, in fondo chiediamo solo di poter lavorare ed evitare la chiusura delle attività di giochi che non possono sostenere le limitazioni imposte dal regolamento’ dicono. “Solo se saremo in tanti la Giunta (che ha accettato di incontrarli ndr) potrebbe impegnarsi a fare qualcosa. Qui non ci sono più sigle, appartenenze, divergenze. Dobbiamo essere uniti e spiegare le nostre ragioni. Non possiamo accettare di essere licenziati o di dover chiudere una attività solo perché il Comune ha deciso di adottare un provvedimento frutto della disinformazione e del pregiudizio. La ludopatia non si combatte facendo chiudere le attività legali e controllate di un solo Comune”.

Commenta su Facebook