Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Geoff Freeman, Presidente e Amministratore Delegato dell’American Gaming Association, apre i lavori del Global Gaming Expo (G2E) di Las Vegas chiedendo all’industria del gioco internazionale di mobilitarsi per tutte le vittime dell’atroce atto criminale che ha provocato la morte di 58 persone e il ferimento di altre centinaia.

“Oggi è una giornata difficile, ci sono più domande che risposte riguardo a questa scioccante tragedia. Las Vegas è il cuore pulsante del nostro settore. L’Associazione e l’intero settore dei casinò sono concentrati nell’aiutare la comunità di Las Vegas.

Un modo per cominciare a farlo è quello di unirci come industria. Global Gaming Expo (G2E) è l‘unica volta nell’arco dell’anno all’anno in cui l’intero settore si riunisce. In sostituzione del mio intervento di domani mattina , ho chiesto all’ex commissariato di polizia di Boston, Ed Davis, di essere con me sul palco. Ed è un amico della associazione e ha portato la risposta della città di Boston al bombardamento della Maratona di Boston. Condividerà con noi le preziose lezioni che ha imparato mentre guidava la sua comunità in quei giorni terribili e le prime fasi del suo recupero. Le osservazioni di Ed saranno seguite dai nostri piani di discussione del team dei Gaming Leaders.

Molti di voi hanno chiesto come puoi aiutare. L’American Gaming Association sta pensanso ad un contributo di 100.000 dollari per il fondo delle vittime di Las Vegas per sostenere le vittime e le loro famiglie e vi incoraggiamo fare donazioni. Altri modi per aiutare sono:

Donare il sangue: trovare un centro di donazione;
Contribuire alla Croce Rossa americana del sud del Nevada; o
Fare la tua donazione al fondo delle vittime di Las Vegas.

G2E è un’opportunità per imparare, unire e potenziare il nostro settore per essere più preparati e più forti.
Il nostro settore è più forte quando lavoriamo insieme. Grazie per il tuo supporto di G2E,
all’industria del gioco – ai nostri dipendenti, ai nostri clienti e alle nostre comunità – e alla città di Las Vegas.

Ieri intanto l’organizzazione del Global Gaming Expo (G2E), la Reed Exhibitions, ha comunicato che lo svolgimento dell’evento non avrebbe subito modifiche. ” Le nostre preghiere sono rivolte alle persone colpite e alla gente di Las Vegas e del Nevada.

“G2E riceve annualmente 26.000 visitatori e come previsto aprirà i battenti nel giorno stabilito.

L’AGA e la Reed Exhibitions saranno in continuo contatto con la polizia locale e nazionale, così come il nostro ospite, Las Vegas Stand.

Noi continueremo a monitorare la situazione, la sicurezza è la nostra priorità.

L’industria del gioco è molto legata a Las Vegas che è il cuore della nostra comunità imprenditoriale.

L’AGA e Reed Exhibitions fornirà una assistenza completa per il recupero della città e si adopererà per onorare le vittime di questo tragico evento” come si legge nel comunicato.

Commenta su Facebook