treviso

A Treviso incentivi fiscali ed economici per le attività che sceglieranno di non installare al loro interno VLT (videolottery) e slot machine. Ad annunciarli nella giornata di ieri il vicesindaco e assessore alle attività produttive Andrea de Checchi ospite del corso organizzato dall’Ordine dei giornalisti e Fondazione Benetton su comunicazione e gioco d’azzardo.

Una stretta era arrivata già con la giunta del sindaco Giovanni Manildo che aveva emesso un’apposita ordinanza per limitare a 8 ore al giorno l’orario di funzionamento degli apparecchi. Cinque ore in meno rispetto alle 13 giornaliere consentite dalla precedente ordinanza. Erano previste sanzioni da 25 a 500 euro e la sospensione dell’attività per sette giorni nei casi di particolare gravità.

Nelle intenzioni della nuova giunta leghista anche una campagna dedicata al contrasto delle ludopatie da aprile del 2019.

Commenta su Facebook