Nel Consiglio Comunale odierno a Todi (PG) si è concordato pressoché all’unanimità (con un solo voto contrario) sulla manovra tariffaria che è stata ipotizzata per quanto riguarda la TARI del 2020.

L’Amministrazione Comunale ha deciso, a prescindere da quanto e se riuscirà a fare il Governo, di operare una riduzione della TARI per chi ha dovuto subire delle chiusure a causa del Coronavirus.

E così, la prossima emissione delle bollette TARI vedrà una previsione di uno sconto del 30% per tutte le attività che hanno avuto problemi con il Coronavirus.

La misura, che impegna in maniera determinante le finanze del Comune (si pensa ad una cifra pari a circa 250.000 euro) si aggiunge alle altre misure già previste in bilancio sul tema della Tassa dei Rifiuti.
Prevista anche l’esenzione della TARI per le attività che si impegnino a non ospitare attività di slot machine.