Oggi riaprono le sale giochi, slot, scommesse e Bingo in Emilia-Romagna, Liguria, Veneto e Calabria.

Secondo step di quella che tutti conosciamo come la Fase-3, la graduale riapertura delle attività commerciali e produttive in Italia dopo il lockdown dovuto all’emergenza Coronavirus.

Advertisement

Oggi è finalmente arrivato il giorno per la riapertura delle attività di 4 regioni che, sulla base dell’ultimo Dpcm, hanno deciso di rimandare le operazioni nel rispetto, come è noto, di precisi protocolli di sicurezza.

E già non mancano le polemiche. Dalla Liguria, ad esempio, arrivano le prime lamentele sull’effetto concorrenza con il Casinò di Sanremo che, invece, ha aperto i battenti quattro giorni fa.

Ancora in sospeso invece le sorti delle attività del Lazio. Oggi sono ben 101 i giorni dalla data di sospensione di tutte le attività di gioco autorizzato. E’ attesa in mattinata la disposizione che potrebbe consentire l’apertura a partire da domani per sale scommesse e sale slot. E’ quanto hanno fatto trapelare i rappresentanti delle associazioni che nei giorni scorsi si sono confrontati con l’Ufficio di Gabinetto del presidente Zingaretti e con l’assessorato allo Sviluppo Economico.

Resterebbe, secondo indiscrezioni, il termine del 1 luglio per le sole sale bingo, vista la frequentazione di persone di età a rischio e pericolo, si dice, di contagio.